Categoria: Lexar Prodotti

Domande frequenti

Lexar Prodotti


DOMANDE FREQUENTI DI CARATTERE GENERALE

Perché la memoria è importante per le videocamere digitali? La qualità e la risoluzione delle immagini sulle videocamere digitali sono aumentate, e c’è sempre più bisogno di salvare e memorizzare foto e video sempre più pesanti. Le versioni più datate delle videocamere digitali spesso comprendevano memorie integrate e non espansibili per salvare foto e video. Era facile riempirle completamente, il che costringeva gli utenti a scaricare continuamente le foto sui computer o cancellare le foto prima di scattarne di nuove. Questo è molto scomodo per gli utenti che vogliono usare le loro videocamere senza avere un computer a immediata disposizione. Oggi i maggiori produttori di videocamere digitali generalmente usano schede rimovibili per registrare, salvare e spostare le immagini. Tra le soluzioni di memoria rimovibili più diffuse ci sono le SD, le microSD, le CompactFlash, e le CFast. Generalmente i produttori di videocamere includono nel prodotto una scheda di capacità minima, quanto basta per fornire all’utente una buona esperienza al primo utilizzo. Quando la scheda è piena, se vuole continuare a fare foto l’utente deve scaricare le foto su un computer, cancellarle dalla scheda, o sostituire la scheda. Per questa ragione, in molte tipiche situazioni in cui si fanno tante foto, come vacanze, matrimoni o eventi sportivi, i fotografi digitali hanno bisogno di altri supporti di memoria. Quali sono i supporti di memoria più diffusi nella fotografia oggi? I supporti per la fotografia usano memorie flash non volatili, cioè che non necessitano di energia per salvare le foto. La tecnologia con memoria flash è ideale per chi ha bisogno di portabilità e solidità. Oggi per le videocamere digitali si usano principalmente tre tipi di memoria flash: SD, microSD, CompactFlash, e CFast. Secure Digital (SD): Le schede SD, grandi come un francobollo, sono compatte e si possono usare per molti dispositivi elettronici. Garantiscono alte prestazioni e permettono ai consumatori di salvare velocemente foto e video in formati affidabili e pronti all’uso. microSD: La più piccola scheda di memoria sul mercato, grande circa un quarto di una normale scheda SD. Le schede microSD si usano per cellulari, tablet, videocamere sportive, droni e altri dispositivi mobili. CompactFlash: Un piccolo dispositivo di memoria (grande come una scatola di fiammiferi) che combina memorizzazione non volatile, opzioni di alta capacità, e compatibilità con gli standard del settore, fondamentali per le telecamere digitali e per i dispositivi palmari. Sono progettati secondo le linee guida dettate dalla CompactFlash Association, e quindi garantiscono un livello base di compatibilità tra tutte le schede CompactFlash e tutti i dispositivi conformi agli standard CompactFlash. CFast: La più recente evoluzione dei formati di schede della CompactFlash Association, garantisce velocità di trasferimento maggiori che le schede CompactFlash®. Le schede CFast sono di dimensioni simili alle CompactFlash, ma non hanno connettori che potrebbero piegarsi. Il formato è stato progettato principalmente per supportare le capacità dei nuovi camcoder e delle videocamere DSLR. Cos’è la CompactFlash Association? La CompactFlash Association (CFA), fondata nel 1995, è un’associazione di settore senza scopo di lucro che ha lo scopo di aiutare le industrie di settore. La premessa della CFA è che la tecnologia CompactFlash porterà all’introduzione di una nuova classe di prodotti mobili avanzati, piccoli, leggeri e a basso consumo che aumenteranno di molto la produttività e miglioreranno lo stile di vita di milioni di persone. Le CompactFlash garantiscono la possibilità di trasferire facilmente ogni tipo di informazione digitale e di programma tra una grande varietà di sistemi digitali. Gli obbiettivi della CFA sono di promuovere e incoraggiare l’adozione a livello globale della tecnologia CompactFlash come standard per un settore aperto. Per informazioni CompactFlash Association visita http://www.compactflash.org Le prestazioni sono importanti quando si parla di supporti digitali per fotografia? Con la continua crescita dell’uso delle macchine digitali, della loro risoluzione, e del peso di foto e video, la possibilità di SCRIVERE e LEGGERE file molto pesanti è diventata una necessità imprescindibile. Maggiori prestazioni di SCRITTURA possono ridurre di molto il tempo di attesa tra uno scatto e l’altro (“tempo di memorizzazione dell’immagine”). Maggiori prestazioni di LETTURA possono ridurre di molto il tempo di trasferimento di immagini e video sul tuo computer. Risparmi tempo e snellisci il “flusso di lavoro” della fotografia digitale. Le schede Lexar SD, CompactFlash e CFast riducono di molto i tempi SIA di trasferimento dei file sul computer CHE di attesa tra uno scatto e l’altro. Le specifiche prestazioni variano tra un modello e l’altro, ma Lexar offre alta velocità, e ti garantisce che non perderai neanche uno dei ricordi che vuoi salvare: il sorriso di un bambino, un bacio di nozze, e qualunque altro momento prezioso. Cosa significa prestazione a 633x, 667x, 1000x, 1066x, 1667x, 1800x, 2000x a 3500x (1x=150 KB/s)? La prestazione dei supporti di memoria è molto importante per salvare l’immagine giusta al momento giusto, e Lexar ha implementato un sistema di facile comprensione per indicare la velocità con cui la scheda è in grado di salvare i dati. Il sistema è stato adottato dal settore dei CD-ROM, dove le prestazioni dei CD-ROM sono definite in incrementi di “x”, – 1x indica una velocità di scrittura di 150 kilobyte per secondo (KB/s). Lexar continuerà a lanciare prodotti sempre più veloci con prestazioni “x” sempre maggiori, in modo che i consumatori possano facilmente riconoscere le più recenti novità nel campo della fotografia digitale ad alte prestazioni. 633x = Fino a 95 MB/s in lettura, velocità di scrittura inferiori 667x = Fino a 100 MB/s in lettura, velocità di scrittura minori 1066x = Fino a 160 MB/s in lettura, velocità di scrittura minori 1667x = Fino a 250 MB/s in lettura, velocità di scrittura minori 1800x = Fino a 270 MB/s in lettura, velocità di scrittura minori 2000x = Fino a 300 MB/s in lettura, velocità di scrittura minori 3500x = Fino a 525 MB/s in lettura, velocità di scrittura minori Come formattare un dispositivo di archiviazione basato su flash su Windows? Come formattare un dispositivo di archiviazione basato su flash (unità flash USB/schede di memoria JumpDrive) su Windows: Per formattare un dispositivo Lexar su Windows, collegalo alla porta USB del computer o a un lettore compatibile e segui questi passaggi (nota che, a seguito di questo processo, tutti i dati verranno cancellati dal dispositivo): 1.Accedi a Windows Explorer tenendo premuto il pulsante Windows e premendo contemporaneamente la lettera ‘E’, oppure esegui ‘Questo PC’ su Windows 10 (Computer su Windows 8 e versioni precedenti) e fai clic sulla lettera dell’unità corrispondente al dispositivo flash. 2.Seleziona ‘Formato’ dal menu 3.Puoi lasciare le impostazioni così come sono o, se necessario, selezionare valori specifici per soddisfare i requisiti di determinati dispositivi e la compatibilità del programma. 4.Fai clic su ‘Start’. 5.Riceverai un messaggio quando la formattazione sarà conclusa. Come formattare un dispositivo di archiviazione basato su flash su OS X Come formattare un dispositivo di archiviazione basato su flash (unità flash USB/schede di memoria JumpDrive) su OS X (nota che, a seguito di questo processo, tutti i dati verranno cancellati dal dispositivo): TPer formattare un dispositivo Lexar su OS X, collegalo alla porta USB del Mac o a un lettore compatibile e segui questi passaggi: 1.Seleziona il ‘Finder’ 2.Seleziona ‘Applicazioni’ 3.Seleziona ‘Utility’ 4.Seleziona ‘Utility disco’ 5.Seleziona il dispositivo Lexar dall’elenco di unità sulla sinistra 6.Seleziona ‘Cancella’ 7.Generalmente è buona norma mantenere le impostazioni su MS DOS (FAT) o ExFAT e selezionare un nome per il dispositivo, ma se necessario apporta tutte le modifiche utili a soddisfare i requisiti di software specifici/la compatibilità del dispositivo 8.Seleziona ‘Cancella’ in basso 9.Nella finestra pop-up, fai nuovamente clic su ‘Cancella’ Come copiare file dal o sul dispositivo di archiviazione su Windows: 1.Accedi a Windows Explorer tenendo premuto il pulsante Windows e premendo contemporaneamente la lettera ‘E’, oppure esegui ‘Questo PC’ su Windows 10 (Computer su Windows 8 e versioni precedenti) 2.Accedi alla cartella contenente i dati che desideri copiare (ad esempio, il dispositivo di archiviazione Lexar o una cartella di documenti sul PC) 3.Fai clic sul file o sulla cartella che desideri copiare. Se desideri copiare più file, tieni premuto ‘Ctrl’ e seleziona i vari file, oppure fai clic e, continuando a tenere premuto, traccia un rettangolo che vada a comprendere tutti i file. 4.Fai clic con il pulsante destro del mouse sul file selezionato e seleziona Copia. 5.Vai alla posizione in cui desideri copiare il file, ad esempio un altro dispositivo di archiviazione o un’altra cartella. 6.Qui fai clic con il pulsante destro del mouse e seleziona Incolla. Come copiare file dal o sul dispositivo di archiviazione su OS X? 1.Accedi al Finder selezionandolo dal Dock sulla schermata di OS X. 2.Accedi alla cartella contenente i dati che desideri copiare (ad esempio, il dispositivo di archiviazione Lexar o una cartella di documenti nel sistema) 3.Fai clic sul file o sulla cartella che desideri copiare. Se desideri copiare più file, tieni premuto ‘Command’ e seleziona i vari file, oppure fai clic e, continuando a tenere premuto, traccia un rettangolo che vada a comprendere tutti i file. 4.Tieni premuto ‘Command’ e premi ‘C’ per copiare i file sulla clipboard. 5.Vai alla posizione in cui desideri copiare il file, ad esempio un altro dispositivo di archiviazione o un’altra cartella. 6.Tieni premuto ‘Command’ e premi ‘V’ per incollare i file dalla clipboard alla nuova posizione. Dispositivo non funzionante su Windows Se un dispositivo di archiviazione non funziona, indipendentemente dall’hardware o dalle interfacce a cui è collegato, le cause più frequenti possono essere la rimozione errata del dispositivo dal computer o dal relativo lettore, la corruzione, l’assegnazione non adeguata della lettera all’unità o un errore del driver. Con il dispositivo collegato, fai clic con il pulsante destro del mouse sull’angolo in basso a sinistra della schermata (o sul pulsante Start) per aprire il menu di accesso rapido e seleziona Gestione dispositivi. Su Windows 7 e versioni precedenti, apri il menu Start e cerca Gestione dispositivi, quindi selezionalo. – Fai clic sul segno ‘+’ accanto a Unità disco, Altri dispositivi e Controller USB (Universal Serial Bus) – Verifica che il dispositivo di archiviazione Lexar sia elencato in una delle posizioni – Se il dispositivo è elencato, verifica che accanto vi sia un punto esclamativo (!) o di domanda (?) giallo. – Se accanto al dispositivo c’è un punto esclamativo (!) o di domanda (?) giallo, fai clic con il pulsante destro del mouse e seleziona Rimuovi/Disinstalla. Scollega il dispositivo e, se i driver sono adeguati, il computer lo rileverà automaticamente una volta ricollegato Se non vi è un simbolo (?) o (!) giallo accanto al dispositivo di archiviazione Lexar, sarà necessario confermare/modificare la lettera dell’unità per la scheda di memoria/unità flash USB JumpDrive. Per modificare le lettere delle unità in Windows, devi avere i privilegi di amministratore per il tuo computer locale. Fai clic con il pulsante destro del mouse sull’angolo in basso a sinistra della schermata (o sul pulsante Start) per aprire il menu di accesso rapido e seleziona Gestione disco. Su Windows 7 e versioni precedenti, apri il menu Start e cerca “Crea e formatta le partizioni del disco rigido”. – A questo punto, la schermata verrà suddivisa in due aree separate. Ingrandisci lo schermo e concentrati sull’area inferiore. Visualizzerai un elenco contenente diciture simili alle seguenti. “Disco 0, Sano, Primario, Partizione attiva”: questo è il disco rigido. Visualizzerai anche tutte le altre unità che hai elencato qui, come le unità di recupero, i dischi rigidi esterni e le unità CD/DVD. – Controlla che vi siano altri numeri correlati al disco. Ad esempio, la scheda di memoria o l’unità flash USB JumpDrive potrebbe essere visualizzata come Disco 1, Rimovibile. Inoltre, viene indicata una capacità simile a quella della scheda di memoria, ad esempio accanto a una scheda di memoria da 4 GB viene indicata una capacità di ca. 3,7 GB. – Se il dispositivo non è nell’elenco o risulta “Nessun supporto”, il controller del dispositivo o la connessione al sistema non funziona correttamente. Prova il dispositivo di archiviazione in un altro sistema o su un’altra porta. Se il problema persiste, contatta il nostro supporto. Se il dispositivo risulta non allocato, la partizione è stata danneggiata e deve essere riformattata per continuare a utilizzare il dispositivo. – Se nessuna delle situazioni precedenti è il tuo caso, fai clic con il pulsante destro del mouse e seleziona ‘Cambia lettera e percorso di unità’, quindi fai clic su ‘Cambia’ e assegna all’unità la lettera Z. Ora fai clic su ‘Ok’, ‘Sì’ e ‘Ok’. Se nessuna di questi procedimenti è efficace per risolvere il malfunzionamento, contatta il nostro supporto. Dispositivo non funzionante su OS X Se il dispositivo Lexar non funziona normalmente su Mac OS, indipendentemente dall’hardware o dall’interfaccia attraverso il quale è collegato, prova i seguenti passaggi: 1.Fai clic sul menu File, quindi su ‘Preferenze di sistema’ 2.Assicurati che vi siano il disco rigido, l’unità rimovibile e il bay ottico 3.Fai clic sull’icona Apple e quindi sul disco rigido in “Profiler di sistema” 4.Fai clic su ‘Utility’ e ‘Utility disco’ 5.Controlla che il dispositivo sia visibile in Utility disco 6.Evidenzia l’unità flash USB/scheda di memoria JumpDrive e seleziona ‘Cancella’ (nota che, a seguito di questo processo, tutti i dati verranno cancellati dal dispositivo) 7.In “Volume”, seleziona ‘Formato DOS’ e ‘Cancella’. Il dispositivo senza nome verrà visualizzato sul desktop. Cosa sono i file system FAT32, NTFS, ExFAT ed Extended Journaled? FAT32, ExFAT, NTFS ed Extended Journaled sono alcuni degli esempi più comuni di file system, ovvero metodi attraverso i quali i dati vengono organizzati in un dispositivo di archiviazione. Le differenze sono le seguenti: FAT32: dimensione massima dei file 4 GB (gigabyte), le dimensioni massime dei dispositivi di archiviazione non possono superare i 2 TB (terabyte). Compatibile sia con Mac che con Windows. Utilizzato in genere con sistemi operativi legacy e dispositivi non recenti. ExFAT: un’iterazione di FAT32 che funziona con dispositivi e sistemi operativi più recenti e che non pone limiti alle dimensioni dei file e dei dispositivi (ExFAT supporta centinaia di migliaia di terabyte). Extended Journaled: specifico per Apple se si parla di prodotti di consumo, supporto limitato sulle piattaforme non OS X/iOS. Utilizzato in genere come unità di Apple OS e con dispositivi di archiviazione rimovibili formattati in FAT32/ExFAT NTFS: specifico per Windows, il supporto è limitato in OS X. Utilizzato in genere su dischi rigidi fissi piuttosto che su archiviazioni rimovibili. Come ExFAT, non pone limiti alle dimensioni dei file, ma a causa del suo stato di file system basato principalmente su Windows, NTFS può entrare in conflitto con gli hardware non di PC. Per la migliore compatibilità e interoperabilità del tuo prodotto di archiviazione Lexar su diversi dispositivi (in particolare dispositivi non PC, come lettori multimediali integrati in TV, lettori Blu-Ray, DVR ecc.), si consiglia di formattare il dispositivo in ExFAT o FAT32. Tuttavia, certi hardware potrebbero richiedere altri file system, inclusi quelli non elencati qui. Per ulteriori informazioni sui requisiti di un determinato dispositivo, consulta la relativa documentazione o rivolgiti all’assistenza del produttore. What is the warranty of Lexar products? Lexar offers different warranty period for each product. Please refer to our Warranty Policy for details at https://www.lexar.com/support/warranties/


QUANTI DATI POSSO SALVARE?

Parte della capacità di archiviazione dichiarata è utilizzata per la formattazione e altri scopi, e non è dunque disponibile per il salvataggio dei dati. 1GB equivale a 1 miliardo di byte. Questa tabella delle capacità serve solo per riferimento. Le prestazioni reali, comprese ma non limitate a tempo di video registrato o foto salvate, possono variare a seconda del dispositivo host, della risoluzione selezionata, della compressione e del contenuto delle registrazioni. Per i formati supportati controlla il manuale delle istruzioni del tuo dispositivo. 1 Megabyte (MB) = 1.000.000 byte; 1 Gigabyte (GB) = 1.000.000.000 byte; 1 Terabyte (TB) = 1.000.000.000.000 byte (Mbps = Megabit al secondo,Fps = Frame Per Secondo GB = Gigabyte,TB = Terabyte )

Comparatore